Stampa
Categoria: Cosa abbiamo vissuto
Visite: 281

Il 24 maggio 2019 alla Sacra doppio concerto di Emiliano Toso al pianoforte, con violino e violoncello accordati a 432 hz: le molte prenotazioni e i pochi posti disponibili hanno obbligato a sdoppiare il concerto in due esibizioni (alle 19 e alle 21) entrambe offerte dal biologo cellulare ormai definitivamente prestato alla musica.

Col suo pianoforte a mezza coda e accompagnamento di violino e violoncello, il maestro Toso ha incantato il pubblico anche con le sue capacità affabulatorie.
Nella sua descrizione la “musica Translazionale è la modalità per tradurre emozioni vissute a livello profondo, cellulare, in un piano più alto, quella della musica. Grazie alla risonanza queste vibrazioni si diffondono in modo più veloce, universale e naturale fino a raggiungere altre cellule, altre persone, l’umanità intera; donando benessere e migliorando la cooperazione per riavvicinarci alla nostra Anima”

L’accordatura degli strumenti, con il La a 432 hz invece che a 440 (circa 1/6 di tono inferiore alla norma), è stata forse meno significativa (nonostante la valenza che molti attribuiscono a questo aspetto) rispetto alla qualità delle emozioni che la musica di Toso sapeva evocare.
Un sapiente uso di belle cascate di note e armonie alternati a momenti di silenzio dove si percepivano le vibrazioni residue del pianoforte sono state emotivamente coinvolgenti per un pubblico letteralmente rapito.

Gualtiero G.